© 2016  Daniela Reho - policy della privacy

  • Redazione

Un governo che lentamente va a pezzi



Il governo Conte perde pezzi, tra accuse, controaccuse e strepiti. Se n'è andato il ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Lorenzo Fioramonti, che ho spesso criticato per la sua inadeguatezza a ricoprire un ruolo tanto importante per il futuro delle nuove generazioni, quindi del Paese. La sua uscita però denuncia altri problemi, politici, di un governo che, come avevo largamente previsto, è completamente inadatto non solo a gestire il delicato momento dell'Italia, ma anche e soprattutto a preparare un domani migliore per tutti noi. È ora di cambiare, subito.

8 visualizzazioni