© 2016  Daniela Reho - policy della privacy

I miei obiettivi per la Lombardia

La sicurezza al primo posto:          

 

  • serve una lotta indiscriminata alla speculazione sull’immigrazione e alla clandestinità, con una generale riqualificazione delle aree maggiormente interessate dall’accattonaggio, dal degrado e dall’illegalità, con controlli certi e presenza di forze dell’ordine garantita specialmente nelle aree più sensibili

  • promuovere una politica di severi controlli finanziari e fiscali sulle attività di vendita irregolare, che rappresentano un disagio per residenti e turisti

  • combattere con tutte le armi a disposizione contro lo spaccio di droga, il degrado, la violenza e la mancanza di controlli

     

Attenzione e cura ai disabili

  • basta con la burocrazia punitiva, procedure più snelle e riconoscimenti amministrativi certi

  • lotta alle vessazioni fiscali e alla progressiva rimozione di tutele economiche e sociali ai disabili

  • promozione di comunità di disabili territoriali per promuovere consapevolezza e solidarietà

  • promozione di politiche volte allo sviluppo delle attività sportive specificatamente riguardanti il mondo della disabilità, facendo di Milano un polo paralimpico nazionale ed europeo


 

La periferia deve essere un valore per la città

  • riqualificazione di tutti i quartieri della nostra città, grazie alla: definizione di nuove aree verdi e riqualificazione di quelle attuali

  • incremento nella manutenzione ordinaria e straordinaria di marciapiedi, strade e rampe per disabili

  • ridefinizione e aumento degli spazi sportivi e ricreativi sia per i giovani che per gli anziani

      

Siamo tutti cittadini di serie A

 

  • sostegno alle famiglie milanesi con interventi mirati e ad elevato impatto rivolti ai concittadini più bisognosi: i disabili, gli anziani soli, le persone malate

  • aiutare chi aiuta: le associazioni rappresentano una risorsa fondamentale per la nostra città, dobbiamo aiutarle ad operare in modo più efficace e con minori costi operativi, così da permettere loro di assistere un numero sempre maggiore di persone bisognose
        

Liberiamo insieme le forze di Milano

  • grazie ad una accorta politica della viabilità è possibile permettere ai milanesi di muoversi meglio e più velocemente in città con il mezzo che preferiscono, mezzi pubblici, bike & car-sharing e -ovviamente- anche la propria autovettura

  • basta con la burocrazia, con i ritardi, con una amministrazione centralista e nemica dei produttori e dei settori più dinamici della società. Promozione di un tavolo con grandi, medi piccoli imprenditori e associazioni di lavoratori autonomi e dipendenti lombardi per la definizione di una burocrazia vicina alle esigenze delle imprese e dell’impiego.”

  • le attuali tecnologie permettono all'ATM di poter fornire informazioni aggiornate in tempo reale ai cittadini circa lo stato dei mezzi pubblici, ma è importante che Milano sia sempre di più una Smart City, per questo è necessario che i cittadini possano sapere in tempo reale anche la disponibilità dei parcheggi a rotazione (strisce, blu, rimesse, etc.) così da poter decidere liberamente quale mezzo utilizzare”​